Progetto SPRAR

Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati

Il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (di seguito denominato SPRAR), istituito con la legge n. 189/2002 (art. 32,comma 1-sexies), è uno speciale sistema di tutela con cui il Ministero dell'Interno, attraverso la rete degli enti locali e il supporto dei soggetti operanti nel terzo settore, garantisce la realizzazione di progetti di "accoglienza integrata" che, come specificato nel sito dedicato del Ministero, “superano la sola distribuzione di vitto e alloggio, prevedendo in modo complementare anche misure di informazione, accompagnamento, assistenza e orientamento, attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico”.Ministero degli Interni - Decreto del 30 luglio 2013

Obiettivo del progetto è quello di creare una rete nazionale per accogliere e tutelare i richiedenti protezione internazionale in base alla normativa europea e nazionale in vigore e alla Convenzione di Ginevra.

L'Ambito Territoriale del Natisone ha aderito al progetto SPRAR dal 2013.

Lo SPRAR ha come obiettivo principale la (ri)conquista dell'autonomia individuale dei richiedenti/titolari di protezione internazionale e umanitaria accolti.

In quest'ottica diventa essenziale collocare al centro del Sistema di Protezione le persone accolte, le quali non sono dei meri beneficiari passivi di interventi predisposti in loro favore, ma protagonisti attivi del proprio percorso di accoglienza. Il progetto per l'Ambito ha come utenza privilegiata persone e famiglie richiedenti/titolari di protezione internazionale.