Gruppo di sostegno per familiari che assistono persone non autosufficienti e/o disabili

L’Ambito Territoriale del Natisone ha avviato un percorso finalizzato al sostegno delle famiglie che assistono familiari non autosufficienti.

Il gruppo di sostegno offre uno spazio non solo per aiutare se stessi, ma anche per aiutarsi reciprocamente a superare momenti difficili della vita. Il gruppo stimola e potenzia le capacità individuali e attiva, per il bene comune, le risorse molteplici dei suoi membri. Il gruppo è un luogo di scambio e condivisione di esperienze, un momento di confronto e sostegno emotivo.

La partecipazione al gruppo può aiutare il familiare a superare sentimenti di solitudine e isolamento, dare sfogo al proprio dolore e alle proprie paure e speranze, potenziare le capacità personali per affrontare e risolvere i problemi legati alla gestione della persona malata, favorire la nascita di relazioni positive e significative.

All’interno del gruppo di sostegno è prevista la figura di un facilitatore. Il facilitatore è una persona che conosce il problema/disagio per far fronte al quale il gruppo si è costituito.

Il compito del facilitatore è di favorire la comunicazione e l’interazione tra i membri, fare in modo che le persone parlino di sé, promuovere un clima positivo e costruttivo all’interno del gruppo.

Per saperne di più scarica il depliant